Translate

giovedì 3 luglio 2014

Ho visto girasoli piantati in bottiglie di tullamore dew.

Bon scolta. C'ho mal di pancia se penso alle possibili sfumature. Non incrocio mai la stessa via e se la incrocio è già una guida in stato confusionale come quando tornando a casa mi tolgo i tacchi e guido scalza che c'ho male ai piedi e se mi fermassero sorriderebbero pure gli ufficiali. E in certi stati a parlarci seriamente occhi negli occhi mi viene da ridere, quindi sto zitta e mi e arrotolo le gambe come faccio sempre. Si come sempre inclino pure la testa, lui lo sa. O c'è solo troppa cazzutaggine arrovellata ad orgoglio arrovellato a preconcetti che appartengono ad un passato crollato, modificato, annullato. Serve un prima mossa, che nessuno dei due, ovviamente, sia mai, farà.
Dovrei forse svelarglielo, che non sono più una nomade?

Per ora, per oggi, mi servirebbe del sesso lungo lento e senza finale, giusto per goderne ovattatamente da lontano.
Oppure un paio di whisky cola.
Ebrezza, ebrezza mi serve.

(Lo so che sono cerebralmente piatta e mono/oligotematica, lo so. Per rimediare ho iniziato con gli integratori. Il selenio mi manca, è il selenio. Vitamine selenio acido folico ecc ecc. Poi ritorno intelligente e smetto di pensare solo con la patata, davvero. Promesso.)


Nessun commento:

Posta un commento