Translate

sabato 12 marzo 2011

"Potevo attraversare litri e litri di corallo per raggiungere un posto che si chiamasse arrivederci."

La mediocrità delle mie azioni mi rende poco fiera e mi pesa sul capo tanto da non lasciarmi più camminare a testa alta. Vivo un periodo di scarsa assente ammutinante autostima, di incognite e di perdute certezze.
L'uomo medio è mediocre, la mediocrità su cui poggia il nostro tempo è troppo poco per me. Mi rattrista rendermi conto di non essere riuscita ad essere la pecora bianca che volevo, in un gregge di pecoroni grigi di terra e di qualche pecora nera.
Pigrizia e creatività non sono sorelle. Non una delle due che possa convivere con l'altra. Non ho stimoli, nè forti volontà, nè ambizioni che possano poggiare su salde fondamenta. E quel che è peggio, è che non ho nemmeno energie.

Risultato senza bisogno di calcolatrici, una critica a me stessa senza sconti, frutto di verità e paranoie da sindromi influenzali e ore e ore passate sul divano tra libri cuscini ricordi e tv.

6 commenti:

  1. Questi momenti capitano un p'ò a tutti. Ed oggi come oggi è difficile essere la pecora bianca in un gregge dove ci sono solo pecoroni grigi e anche neri!
    Comunque ti faccio i miei più sinceri complimenti, perché scrivi molto bene... continuerò a seguire il tuo blog con piacere. :)

    RispondiElimina
  2. @karma police
    (a parte che adoro il nome che hai scelto karma police) Ti ringrazio, è un piacere sapere che leggi. :)

    RispondiElimina
  3. Non abbatterti. Non esistono le pecore bianche (anche se i libri ne sono pieni). Io ho imparato che se poi uno è mediocre ma lo sa essere con amore, è una specie di artista.
    Io cerco di sopravvivere così.

    RispondiElimina
  4. benedetta mediocrità
    individualità estrema e sociale
    spirito di comunità e comunanza
    dispersione

    la passione ci salverà
    e la bellezza
    la bella passione e la passionale bellezza
    se con passione inseguiremo la bellezza allora saremo insieme mediocri e supremi

    siamo fatti della stessa sostanza delle stelle
    la stessa polvere
    eppure siamo tutti fatti della stessa sostanza, io tu e le rose

    identici tra noi e con le fucine del cielo

    speciali e identici

    nessuna individualità sopravvive a se stessa
    solo la media ha un senso nella massa
    e solo la massa si eterna con la riproduzione in termini

    repliche identiche di noi stessi all'infinito
    questo è la vita
    e non è meravigliosa?

    l'organismo umanità che sopravvive alla morte

    filogenesi, altro che ontogenesi!

    e tu sei speciale, altrimenti che ci faremmo qui?
    e tu lo sai, altrimenti che ci faresti qui?

    siamo tutti speciali, noi artisti mancati, noi scrittori di posologia
    siamo tutti eccellenti imbrattatori di vite altrui
    mi porto dietro una frase tua, una quale che sia, meglio quella che mi ha colpito di più, che parlava di me - che buffo, parlando di te! hai parlato di me! - e verrai con me. Insieme a una farse di Burroughs, a una barzelletta di Groucho, a una canzone di Testa, a una bestemmia del barbone sotto casa mia.

    La bellezza sta nelle cose che vengono fuori dalle persone.
    come la luce dalle stelle di neutroni.
    la bellezza sta nelle persone
    che sono stelle
    che sono persone sublimate
    che sono stelle esplose
    che sono state e saranno


    non c'è poesia senza questo senso benedetto di mediocrità

    RispondiElimina
  5. @Guido
    Le pecore bianche esistono, i libri ne sono pieni perchè raccontare di pecore bianche rende la mediocrità delle loro pagine meno evidente, nascondendola dietro falsi buonismi storie struggenti utopie e toccanti racconti di vita (spesso altrui).
    Io credo che esistano degli individui davvero fenomenali, artisti completi, talenti pieni e forti. Pecore bianche, che non si sa com'è la spuntano lo stesso in un paese dove la meritocrazia non è contemplata. Sigillata congelata e stipata in grosse celle frigorifere a -18C°, conservata per le generazioni future, o per rifornimenti export sola andata.

    E noi intanto si muore di sete.

    RispondiElimina