Translate

mercoledì 16 giugno 2010

E se per una volta ridessimo sul latte versato? (M. L. Spaziani)

Dimmi se questa è vita.
Gioisco del profumo degli alberi in fiore al Pellini, ogni sera tardi mentre cammino per tornare a casa. Stesa la mattina nel letto mi lascio spesso sorprendere da un soffio di vento fresco che entra dalla finestra e viene a cercarmi. Lui mi porta il caffè a letto anche se oggi ha un esame e sarei io a dovermi prendere cura di lui. Sorrido alla gente per strada, i sorrisi sono contagiosi. Godo di queste piccole cose, mi sforzo di dimenticarne delle altre. Non so come abbiamo fatto, ad arrivare fino ad ora. Le nostre prime volte non funzionano mai, gli dei giocano e ridono di noi. Dovremmo averlo imparato, ma ci può essere una seconda volta nel nostro caso?
Qual'è il costo dei nostri sogni? Qual'è il senso, se per inseguire quello che vogliamo fare, finisce che ce ne dobbiamo allontanare? Le scelte di vita coraggiose, incoscienti, spregiudicate, finiscono tutte cosi? La vita non è un film, non ha sempre lieti fini, solita solfa, ma ormai ad ogni nuova io non posso che ridere. Come il pianto, anche il riso nasconde l'infinito dei sentimenti.

Nessun commento:

Posta un commento